Sbocchi professionali - Magistrale



COMPETENZE

Gli ambiti professionali tipici per i laureati Magistrali in Bioingegneria sono quelli della ricerca di base e applicata, dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi. In particolare, le funzioni che in un contesto di lavoro può svolgere un laureato Magistrale in Bioingegneria possono riferirsi ad uno o più dei seguenti ambiti:

  • progettazione di dispositivi, macchine o sistemi, anche impiantabili, finalizzati al monitoraggio, alla diagnosi, all’intervento terapeutico, alla sostituzione strutturale o funzionale di organi o funzioni biologiche di tipo sensoriale, motorio o metabolico;
  • progettazione di prodotti in ambito farmaceutico e delle micro- e nano- biotecnologie;
  • intervento sugli aspetti ergonomici e comunicativi delle interazioni della persona con l’ambiente in cui opera/vive, includendo le interfacce cervello-macchina;
  • organizzazione e gestione dell’assistenza sanitaria, nell’alveo dell’ingegneria clinica, con enfasi su sicurezza e utilizzo diffuso in sanità delle tecnologie digitali;
  • progettazione di sistemi autonomi intelligenti, con criteri “biomimetici”, potendo intendere il biomimetismo sia a livello cibernetico sia a livello di strutture/materiali.



SBOCCHI PROFESSIONALI

Gli ambiti professionali tipici sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo delle tecnologie, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese industriali e commerciali, nei servizi sanitari pubblici e privati, nelle amministrazioni pubbliche. A titolo di esempio, i laureati Magistrali in Bioingegneria saranno in grado di interagire con i professionisti sanitari nelle applicazioni diagnostiche e terapeutiche e riabilitative e di operare presso:

  • industrie del settore biomedico e farmaceutico-produttrici, e fornitrici di sistemi, apparecchiature e materiali per diagnosi, cura e riabilitazione;
  • aziende ospedaliere pubbliche e private;
  • società di servizi per la tele-medicina/riabiliazione, e per la gestione di apparecchiature e impianti medicali;
  • laboratori clinici specializzati;
  • industrie produttrici di tecnologie simbiotiche uomo-macchina e sistemi neuro-artificiali in cui sia necessaria l'integrazione tra neurofisiologia e tecnologie dell'informazione;
  • centri di ricerca per la robotica avanzata per la progettazione di sistemi neuromorfi o biomimetici;
  • laboratori specializzati per lo sviluppo e la progettazione di biomateriali e di sistemi protesici.
Sbocco professionale importante è rappresentato anche dal proseguimento degli studi nel Dottorato di Ricerca.


Sei qui: Home Corso di Laurea Magistrale Sbocchi professionali